Questo sito web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la normativa vigente

Honda4Fun

Dedicato agli amanti delle Honda CB Four
http://honda4fun.com/phpbb3/

Un addio ad un grande professionista delle Four!

http://honda4fun.com/home/forums/h4forum/31819</a></p>%20%20</div>%20%20%20<div%20id="phpbb_page-body">

Un addio ad un grande professionista delle Four!

MessaggioInviato: lun mar 11, 2019 9:29 am
da iltexano
Caro Franco,

non tutti qui ti conoscevano personalmente, nè hanno avuto occasione di lasciare la loro moto nelle tue sapienti mani.
Io ti ho conosciuto perché riparavi le moto a mio padre quando era ragazzo, e fu proprio lui che ti portò la mia Four per il suo primo tagliando, appena presa.

Non sei stato uno di quei meccanici che quando gli entra un cliente in officina si fregano le mani, anzi cercavi di far spendere il meno possibile per soddisfare il cliente.
Se la mia four cammina ancora è grazie a te, che l'hai curata in questi 10 anni.

Me l'avevi detto che quando avresti smesso di lavorare te ne saresti andato, e così è stato.

A chi aveva problemi con le four dicevo sempre :"portala da Zambotti!", sicuro che avresti risolto il problema.

Roma ha perso un punto di riferimento per le moto d'epoca.

Un abbraccio. Manuél

Re: Un addio ad un grande professionista delle Four!

MessaggioInviato: lun mar 11, 2019 12:42 pm
da tony2four
Mi accodo a Manuél.

Io ero un parvenu dell'officina di via Alessandria, ho avuto l'onore di conoscere Zambotti una decina di anni fa. Mi ero schiantato con una Hornet moderna, banale scivolata per lei, ossa rotte per me. Benchè la moto non avesse picchiato da nessuna parte, l'avantreno era storto, si vedeva chiaramente un disassamento dell'anteriore. Portata da un "ufficiale" Honda, ricevevo un preventivo di euro 2300 con diagnosi "si è storto tutto, canne, fodeir, cannotto...". Non sembrandomi possibile, visto che l'avantreno non aveva toccato da nessuna parte, fui indirizzato da Zambotti. Che per euro 180 raddrizzava lo stelo, cambiava olio forcelle e paraoli, montava dei ricambi da me forniti e restituiva la moto perfetta, assieme a un foglietto scritto a mano, con una bella calligrafia antica, con l'elenco dei lavori fatti. "Questa è la garanzia, avesse bisogno, noi siamo qui" (passati dieci anni, l'acquirente della Hornet mi chiama ogni tanto per ringraziarmi ancora).

Poi, negli anni a seguire, Zambotti mi ha aiutato a mettere le mani nelle Four. Sempre garbato, sempre "non interventista", sempre modesto e timido. Solo un'immagine. Avrà avuto un'ottatina d'anni, o poco meno. Gli portai una 400 four a rifare i rulli di sterzo e i cuscinetti ruote. Appuntamento la mattina alle 9,30 in officina per il ritiro. Sarà stato maggio. Arrivo in anticipo, verso le 9. Lo vedo arrivare elegantissimo, con un paio di mocassini, pantaloni chiari attillati, un giacchetto di renna leggero leggero, su un SH fifty degli anni '80 bianco, con ruote a raggi tenuto come fosse nuovo di fabbrica. Lo stesso carisma di Clint Eastwood, rugoso e gentile (Dio, se arrivo a invecchiare, fammi diventare così). Scende, saluta, mette casco jet e sale sulla 400 per fare il giro di prova. Venti minuti, torna. Solito foglietto con la garanzia, scirtto a mano. Mi ridà le chiavi. "Dottore, mi raccomando, la provi bene, perchè io sul viale dell'università più di 100, anche 110 non sono riuscito a andare". Alle nove e venti. Con i mocassini. Sul viale dell'università. A cento-centodieci. Grazie, Zambotti, un privilegio averla conosciuta.

Re: Un addio ad un grande professionista delle Four!

MessaggioInviato: lun mar 11, 2019 3:05 pm
da tums
...


;T

Re: Un addio ad un grande professionista delle Four!

MessaggioInviato: mar mar 12, 2019 7:41 am
da ANTO
tony2four ha scritto:Mi accodo a Manuél.

Io ero un parvenu dell'officina di via Alessandria, ho avuto l'onore di conoscere Zambotti una decina di anni fa. Mi ero schiantato con una Hornet moderna, banale scivolata per lei, ossa rotte per me. Benchè la moto non avesse picchiato da nessuna parte, l'avantreno era storto, si vedeva chiaramente un disassamento dell'anteriore. Portata da un "ufficiale" Honda, ricevevo un preventivo di euro 2300 con diagnosi "si è storto tutto, canne, fodeir, cannotto...". Non sembrandomi possibile, visto che l'avantreno non aveva toccato da nessuna parte, fui indirizzato da Zambotti. Che per euro 180 raddrizzava lo stelo, cambiava olio forcelle e paraoli, montava dei ricambi da me forniti e restituiva la moto perfetta, assieme a un foglietto scritto a mano, con una bella calligrafia antica, con l'elenco dei lavori fatti. "Questa è la garanzia, avesse bisogno, noi siamo qui" (passati dieci anni, l'acquirente della Hornet mi chiama ogni tanto per ringraziarmi ancora).

Poi, negli anni a seguire, Zambotti mi ha aiutato a mettere le mani nelle Four. Sempre garbato, sempre "non interventista", sempre modesto e timido. Solo un'immagine. Avrà avuto un'ottatina d'anni, o poco meno. Gli portai una 400 four a rifare i rulli di sterzo e i cuscinetti ruote. Appuntamento la mattina alle 9,30 in officina per il ritiro. Sarà stato maggio. Arrivo in anticipo, verso le 9. Lo vedo arrivare elegantissimo, con un paio di mocassini, pantaloni chiari attillati, un giacchetto di renna leggero leggero, su un SH fifty degli anni '80 bianco, con ruote a raggi tenuto come fosse nuovo di fabbrica. Lo stesso carisma di Clint Eastwood, rugoso e gentile (Dio, se arrivo a invecchiare, fammi diventare così). Scende, saluta, mette casco jet e sale sulla 400 per fare il giro di prova. Venti minuti, torna. Solito foglietto con la garanzia, scirtto a mano. Mi ridà le chiavi. "Dottore, mi raccomando, la provi bene, perchè io sul viale dell'università più di 100, anche 110 non sono riuscito a andare". Alle nove e venti. Con i mocassini. Sul viale dell'università. A cento-centodieci. Grazie, Zambotti, un privilegio averla conosciuta.



:wink: