Questo sito web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la normativa vigente

 

LA BANDIERA, QUESTA SCONOSCIUTA

Dedicato a tutte le domande e le richieste di aiuto tecniche.
8 messaggi • Pagina 1 di 1

LA BANDIERA, QUESTA SCONOSCIUTA

Messaggioda ANTO » mer ott 10, 2018 1:36 pm

LA BANDIERA, QUESTA SCONOSCIUTA
Premesso che quattro Four e mezza non fanno un esperto, provo a spiegare, dall’alto della mia ignoranza, il funzionamento della bandiera della pinza freno, del suo sistema di regolazione e dell’utilità (indispensabilità) di quest’ultimo.
Su queste pagine si legge spesso di qualcuno che ha tolto il sistema di regolazione (vite-molla-dado) lasciando la bandiera libera di auto centrarsi, ed esorta gli altri utenti a fare altrettanto.
Cerchiamo di capire nel dettaglio se questa operazione può presentare dei rischi.
Se negli anni ‘70 le Four avevano sbaragliato la concorrenza con prestazioni superiori allo standard e costi inferiori, significa che ogni singolo particolare era stato studiato ed ingegnerizzato al fine di ottenere il massimo con il minimo sforzo economico. Quindi, se Mr Soichiro aveva installato un “inutile” sistema di regolazione, vuol dire che proprio inutile non era…
Partiamo dal presupposto che l’intero impianto sia in ordine: pompa, tubi, pinza e bandiera al massimo (come peraltro dev’essere) della loro efficienza.
In particolare, per quanto riguarda l’argomento in esame, la bandiera dev’essere perfettamente libera di ruotare sul suo perno ed il pistoncino della pinza dev’essere libero di scorrere all’interno del corpo pinza (nei normali limiti d’attrito consentiti dall’O Ring a sezione quadra).
Se la bandiera ha il suo sistema di regolazione e questo è regolato bene, la pastiglia interna (fissa) deve stare a sfioro del disco (circa 0,2mm).
Man mano che la pastiglia interna si consuma, si deve intervenire sul sistema di regolazione per recuperare il gioco.
- Prima considerazione: le pastiglie –specie le originali- si usurano talmente poco, che non è certo il caso di regolare la vite tutti i giorni. Ogni 2-3 tagliandi mi sembra un intervallo corretto.
- Seconda considerazione: la bandiera ha un braccio di leva di circa 120mm e le pastiglie hanno circa 8mm di materiale d’attrito. Per recuperare questo gioco la bandiera è costretta ad un movimento angolare di quasi 2 gradi per parte. Quindi le pastiglie sono destinate ad usurarsi un po’ di sbieco (occhio che se l’angolo d’usura è eccessivo, c’è un problema da un’altra parte…)
In condizioni ordinarie, la vite di regolazione impedisce alla bandiera di spostarsi verso l’interno (a destra per chi sta in sella), mentre invece la bandiera può venire verso l’esterno, ma per farlo deve vincere la spinta della molla.
Quando si frena, la pastiglia esterna viene spinta dal pistoncino contro il disco, la bandiera si sposta verso l’esterno recuperando i 2 decimi di millimetro di gioco che erano stati lasciati, ed il disco viene “morso” da entrambe le pastiglie.
- Domanda: alla fine della frenata, chi fa rientrare pistoncino e pastiglia mobile al loro posto?
- Risposta: praticamente nessuno, se non il venir meno della pressione idraulica!
A fine pinzata il pistoncino e la pastiglia arretrano del poco che basta, solo in virtù dell’azione combinata della spinta della molla di richiamo del sistema di regolazione, dell’attrito della pastiglia contro il disco e delle inevitabili vibrazioni che con questo contatto si vengono a generare.
Questa risposta ci fa già capire quanto sia importante che il pistoncino scorra bene dentro al corpo pinza, altrimenti la ruota rimarrebbe un po’ frenata, in misura proporzionale alla difficoltà di scorrimento del pistoncino.
Ed ora veniamo al sistema di regolazione. Se lo togliamo, come spesso si legge in queste pagine, la bandiera diventa teoricamente libera di flottare in entrambi i sensi. Ma verso l’esterno non può venire perché la pastiglia interna va subito in appoggio contro il disco e ne blocca l’escursione in questo senso.
Ma verso l’interno può andare. Eccome!!!
Se, come già raccomandato, il pistoncino della pinza non incontra particolari attriti nel suo scorrimento, può capitare -ed è capitato- che la bandiera si sposti pian piano verso destra (verso il centro ruota, per intenderci) facendo di conseguenza rientrare pistoncino e pastiglia ed allontanando la pastiglia interna (fissa) dal disco.
Risultato? Che il primo (ma anche il secondo ed il terzo) azionamento della leva andranno a vuoto!!!
Un paio di misure: ogni escursione totale della leva freno corrisponde a molto meno di 1mm di corsa del pistoncino pinza (in genere 0,6-0,7mm). Quindi basta che la bandiera si sposti verso l’interno di 1mm per ritrovarsi la leva flaccida per una pinzata e mezza e l’unico segno di frenata sarà quello nell’interno mutanda per la spiacevolissima sensazione. 8)
Ma quando avviene o può avvenire tutto questo?
Quando si fanno molti/moltissimi chilometri senza mai frenare, specie su fondi sconnessi o peggio ancora ruvidi che generano vibrazioni.
In quelle condizioni, se il pistoncino è libero (come dev’essere), la bandiera è libera (come dev’essere) ed il sistema di regolazione è stato tolto, nulla vieta alla bandiera di spostarsi pian piano verso destra, con le conseguenze già descritte.
In genere il fenomeno è esponenziale: all’inzio la bandiera si sposta verso destra con difficoltà, ma appena riesce ad accumulare un po’ di gioco, il suo scampanare da destra a sinistra può far rientrare il pistoncino sempre più a fondo, al limite fino alla battuta finale.
Qualcuno ora dirà di aver visto delle Four senza sistema di regolazione e addirittura di averne viste di preparate da pista, senza detto sistema.
Per quanto riguarda le stradali, quasi sempre la salvezza arriva (paradossalmente) dalla mancata manutenzione del sistema, quindi bandiere durissime a muoversi (me ne sono capitate di completamente bloccate) e di pistoncini altrettanto duri a scorrere.
Per le moto da gara… quelle pinzano ogni 200 metri ed il problema non si pone… :lol:
Tutto chiaro? Anche il fatto che quattro Four e mezza non fanno un esperto? :oops: :oops: :oops:
Buone pinzate a tutti.

NB: special tanks to MrZ se vorrà dire la sua 8)

https://imgur.com/a/mD8qo1j
Io pensai tutto e tutto valutai, gli anni a venire sapevano di spreco, e di spreco sapevano gli anni addietro...
Avatar utente
ANTO
Passo più tempo sul forum che sulla four
 
Messaggi: 4587
Iscritto il: gio apr 19, 2012 8:20 am
Località: Fra Piave e Livenza.

Re: LA BANDIERA, QUESTA SCONOSCIUTA

Messaggioda MrZ » mer ott 10, 2018 4:01 pm

Io con la moto vado al bar e freno prima di 200mt
Smetto quando voglio
... eppoi vespe si scrive minuscolo o anche meno ...
MrZ
Passo più tempo sul forum che sulla four
 
Messaggi: 7814
Iscritto il: gio nov 27, 2003 9:53 am
Località: Udine?

Re: LA BANDIERA, QUESTA SCONOSCIUTA

Messaggioda carlofour » gio ott 11, 2018 2:03 pm

Azzzzz.....,
e dove la si trova una spiegazione più dettagliata?
Già me li vedo a rovistare tra tutti I pezzi accantonati per ritrovare molla e vite. :lol: :lol: :lol:
Complimenti, Anto.
Lo dico sempre: ...meglio la 500 oggi che la 750 domani...!
Immagine
Avatar utente
carlofour
Passo più tempo sul forum che sulla four
 
Messaggi: 3975
Iscritto il: ven set 05, 2008 10:27 pm
Località: brindisi

Re: LA BANDIERA, QUESTA SCONOSCIUTA

Messaggioda MrZ » ven ott 12, 2018 12:40 pm

Invito tutti quanti avessero rimosso il registro ad installarlo al più presto

Per quanto riguarda il mio pensiero ed esperienza in proposito:
tutte le mie Four sono senza registro e non ho mai riscontrato i problemi che tu ipotizzi ma che scientificamente NON posso affermare IMpossibili.
Vero infatti che simili problemi furono riscontrati con i primi dischi freno a margherita che appunto avevano consistenza floreale non comparabile ad un disco pieno Four di spessore più che doppio. Problemi di cui nessuno nemmeno si ricorda più in quanto risolti modificando disegno e materiali dei dischi.Il problema delle vibrazioni dovrebbe essere ancora più attuale negli impianti moderni causa dischi flottanti con giochi di qualche decimo di mm. e pinze a doppio pistone.
Faccio fatica ad immaginare vibrazioni importanti di un disco di 7mm di spessore su un segmento di raggio di 10cm, peso qualche kg se il disco è in condizioni normali.

Torniamo alle Four
Il manuale dice di regolare le pasticche a 0,15mm ma dice anche a contatto meno mezzo giro che meccanicamente dovrebbe corrispondere a 0,50mm.
Vero anche che se la corsa del pistone è di 0.6 0.7 e la regolazione della pasticca B a 0.20mm un terzo della leva è assorbito per recuperare il gap.
Più il gioco previsto dal manuale.
Più il recupero del gioco generato dall'anello di nylon su pasticca A.
Se poi i tubi non sono in perfetta condizione ti trovi la leva appoggiata alla manopola.

Per quanto potuto testare personalmente i migliori risultati ottenuti mi hanno portato a usare per quanto possibile le pasticche originali (quasi indistruttibili), senza anello Nylon, grasso al rame, tubi in treccia, pompa e pinza manutenute a dovere.
Questo mi da una corsa della leva ideale che termina a buona distanza dalla manopola (non trascurare il gommino di fine corsa della leva)

Non sono un esperto, invito tutti quanti non lo avessero a rimontare il registro ed osservare le indicazioni del manuale. (NON STO SCHERZANDO)
Smetto quando voglio
... eppoi vespe si scrive minuscolo o anche meno ...
MrZ
Passo più tempo sul forum che sulla four
 
Messaggi: 7814
Iscritto il: gio nov 27, 2003 9:53 am
Località: Udine?

Re: LA BANDIERA, QUESTA SCONOSCIUTA

Messaggioda ANTO » ven ott 12, 2018 1:11 pm

Disquisizione perfettissima.
Eri al bar?
Io pensai tutto e tutto valutai, gli anni a venire sapevano di spreco, e di spreco sapevano gli anni addietro...
Avatar utente
ANTO
Passo più tempo sul forum che sulla four
 
Messaggi: 4587
Iscritto il: gio apr 19, 2012 8:20 am
Località: Fra Piave e Livenza.

Re: LA BANDIERA, QUESTA SCONOSCIUTA

Messaggioda MrZ » ven ott 12, 2018 1:22 pm

Io sono nato al bar!
Smetto quando voglio
... eppoi vespe si scrive minuscolo o anche meno ...
MrZ
Passo più tempo sul forum che sulla four
 
Messaggi: 7814
Iscritto il: gio nov 27, 2003 9:53 am
Località: Udine?

Re: LA BANDIERA, QUESTA SCONOSCIUTA

Messaggioda MrZ » ven ott 12, 2018 1:24 pm

Anto
ho dimenticato di dirti che il mio é più duro del tuo!

il freno
Smetto quando voglio
... eppoi vespe si scrive minuscolo o anche meno ...
MrZ
Passo più tempo sul forum che sulla four
 
Messaggi: 7814
Iscritto il: gio nov 27, 2003 9:53 am
Località: Udine?

Re: LA BANDIERA, QUESTA SCONOSCIUTA

Messaggioda jrampa » lun ott 15, 2018 6:51 pm

ANTO ha scritto:LA BANDIERA, QUESTA SCONOSCIUTA
Premesso che quattro Four e mezza non fanno un esperto, provo a spiegare, dall’alto della mia ignoranza, il funzionamento della bandiera della pinza freno, del suo sistema di regolazione e dell’utilità (indispensabilità) di quest’ultimo.
Su queste pagine si legge spesso di qualcuno che ha tolto il sistema di regolazione (vite-molla-dado) lasciando la bandiera libera di auto centrarsi, ed esorta gli altri utenti a fare altrettanto.
Cerchiamo di capire nel dettaglio se questa operazione può presentare dei rischi.
Se negli anni ‘70 le Four avevano sbaragliato la concorrenza con prestazioni superiori allo standard e costi inferiori, significa che ogni singolo particolare era stato studiato ed ingegnerizzato al fine di ottenere il massimo con il minimo sforzo economico. Quindi, se Mr Soichiro aveva installato un “inutile” sistema di regolazione, vuol dire che proprio inutile non era…
Partiamo dal presupposto che l’intero impianto sia in ordine: pompa, tubi, pinza e bandiera al massimo (come peraltro dev’essere) della loro efficienza.
In particolare, per quanto riguarda l’argomento in esame, la bandiera dev’essere perfettamente libera di ruotare sul suo perno ed il pistoncino della pinza dev’essere libero di scorrere all’interno del corpo pinza (nei normali limiti d’attrito consentiti dall’O Ring a sezione quadra).
Se la bandiera ha il suo sistema di regolazione e questo è regolato bene, la pastiglia interna (fissa) deve stare a sfioro del disco (circa 0,2mm).
Man mano che la pastiglia interna si consuma, si deve intervenire sul sistema di regolazione per recuperare il gioco.
- Prima considerazione: le pastiglie –specie le originali- si usurano talmente poco, che non è certo il caso di regolare la vite tutti i giorni. Ogni 2-3 tagliandi mi sembra un intervallo corretto.
- Seconda considerazione: la bandiera ha un braccio di leva di circa 120mm e le pastiglie hanno circa 8mm di materiale d’attrito. Per recuperare questo gioco la bandiera è costretta ad un movimento angolare di quasi 2 gradi per parte. Quindi le pastiglie sono destinate ad usurarsi un po’ di sbieco (occhio che se l’angolo d’usura è eccessivo, c’è un problema da un’altra parte…)
In condizioni ordinarie, la vite di regolazione impedisce alla bandiera di spostarsi verso l’interno (a destra per chi sta in sella), mentre invece la bandiera può venire verso l’esterno, ma per farlo deve vincere la spinta della molla.
Quando si frena, la pastiglia esterna viene spinta dal pistoncino contro il disco, la bandiera si sposta verso l’esterno recuperando i 2 decimi di millimetro di gioco che erano stati lasciati, ed il disco viene “morso” da entrambe le pastiglie.
- Domanda: alla fine della frenata, chi fa rientrare pistoncino e pastiglia mobile al loro posto?
- Risposta: praticamente nessuno, se non il venir meno della pressione idraulica!
A fine pinzata il pistoncino e la pastiglia arretrano del poco che basta, solo in virtù dell’azione combinata della spinta della molla di richiamo del sistema di regolazione, dell’attrito della pastiglia contro il disco e delle inevitabili vibrazioni che con questo contatto si vengono a generare.
Questa risposta ci fa già capire quanto sia importante che il pistoncino scorra bene dentro al corpo pinza, altrimenti la ruota rimarrebbe un po’ frenata, in misura proporzionale alla difficoltà di scorrimento del pistoncino.
Ed ora veniamo al sistema di regolazione. Se lo togliamo, come spesso si legge in queste pagine, la bandiera diventa teoricamente libera di flottare in entrambi i sensi. Ma verso l’esterno non può venire perché la pastiglia interna va subito in appoggio contro il disco e ne blocca l’escursione in questo senso.
Ma verso l’interno può andare. Eccome!!!
Se, come già raccomandato, il pistoncino della pinza non incontra particolari attriti nel suo scorrimento, può capitare -ed è capitato- che la bandiera si sposti pian piano verso destra (verso il centro ruota, per intenderci) facendo di conseguenza rientrare pistoncino e pastiglia ed allontanando la pastiglia interna (fissa) dal disco.
Risultato? Che il primo (ma anche il secondo ed il terzo) azionamento della leva andranno a vuoto!!!
Un paio di misure: ogni escursione totale della leva freno corrisponde a molto meno di 1mm di corsa del pistoncino pinza (in genere 0,6-0,7mm). Quindi basta che la bandiera si sposti verso l’interno di 1mm per ritrovarsi la leva flaccida per una pinzata e mezza e l’unico segno di frenata sarà quello nell’interno mutanda per la spiacevolissima sensazione. 8)
Ma quando avviene o può avvenire tutto questo?
Quando si fanno molti/moltissimi chilometri senza mai frenare, specie su fondi sconnessi o peggio ancora ruvidi che generano vibrazioni.
In quelle condizioni, se il pistoncino è libero (come dev’essere), la bandiera è libera (come dev’essere) ed il sistema di regolazione è stato tolto, nulla vieta alla bandiera di spostarsi pian piano verso destra, con le conseguenze già descritte.
In genere il fenomeno è esponenziale: all’inzio la bandiera si sposta verso destra con difficoltà, ma appena riesce ad accumulare un po’ di gioco, il suo scampanare da destra a sinistra può far rientrare il pistoncino sempre più a fondo, al limite fino alla battuta finale.
Qualcuno ora dirà di aver visto delle Four senza sistema di regolazione e addirittura di averne viste di preparate da pista, senza detto sistema.
Per quanto riguarda le stradali, quasi sempre la salvezza arriva (paradossalmente) dalla mancata manutenzione del sistema, quindi bandiere durissime a muoversi (me ne sono capitate di completamente bloccate) e di pistoncini altrettanto duri a scorrere.
Per le moto da gara… quelle pinzano ogni 200 metri ed il problema non si pone… :lol:
Tutto chiaro? Anche il fatto che quattro Four e mezza non fanno un esperto? :oops: :oops: :oops:
Buone pinzate a tutti.

NB: special tanks to MrZ se vorrà dire la sua 8)

https://imgur.com/a/mD8qo1j


Anto, perché sconosciuta? Sin dalle elementari ci insegnavano che
la nostra Bandiera è bianco rossa e verde. :wink:
jrampa
Passo più tempo sul forum che sulla four
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: dom ott 03, 2010 6:01 pm


8 messaggi • Pagina 1 di 1

Torna a H4Tecnico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: big_ciro, Google Adsense [Bot], guido56 e 7 ospiti

Motorstock.it abbigliamento e accessori per motociclisti con sconti fino al -70%