Questo sito web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la normativa vigente

 

FAQ - Tecniche

Print

Cavalletto, aggiungere interruttore di sicurezza

Scopo

Lo scopo, ovviamente, è quello di non cappottarsi… 

Personalmente, mi era già capitato ben due volte di partire con il cavalletto laterale giù e di sentirlo strisciare a terra alla prima curva. 
Fortunatamente, entrambe le volte la velocità e la piega erano ridotte e questo mi ha salvato dalla caduta.

Affinché questo non avesse a ripetersi, ho pensato di realizzare un sistema di sicurezza che impedisse al motore di girare quando il cavalletto laterale era giù.

Il principio di funzionamento è presto spiegato.
Si tratta di installare un microinterruttore in posizione protetta sotto al fianchetto sinistro e con un semplice cavo da freni di bicicletta, sfruttare il movimento del cavalletto laterale per far lavorare il microinterruttore.
Un collegamento elettrico provvederà a poi collegare (dentro alla calotta faro) il microinterruttore all’interruttore di sicurezza OFF-ON-OFF presente sul manubrio di tutte le Four.

Le istruzioni che seguono valgono per la 750 K2, ma con le dovute accortezze possono essere utilizzate anche per tutte le altre Four.

 

Materiale occorrente

Un microinterruttore a levetta, come da foto o similare e 2 vitine autofilettanti per il fissaggio dello stesso.

 

Un cavo bowden (comune treccia in acciaio da freni di bicicletta o frizione moto, con relativa guaina) come da foto. Servono 45cm di guaina e 55cm di treccia in acciaio.

 

Un capicorda ad occhiello per conduttori elettrici come da foto, diametro interno occhiello 4mm.

 

Una vite autofilettante diam 3,5mm che passi giusta per il foro del capicorda.
120cm di cavo elettrico in PVC 2x0,75mmq.
Una coppia di connettori cilindrici del tipo normalmente impiegato nelle Four.
Fotocopia dello schema elettrico della vostra moto. 


Messa in opera

Togliere il serbatoio, togliere il fianchetto sinistro ed aprire la calotta faro.
Fissare il microinterruttore nella posizione come da foto, forando la piastra ed usando le due vitine autofilettanti (occhio che dietro c’è la batteria).

 

 

Praticare un piccolo foro nella giusta posizione del cavalletto laterale (come da foto), ed avvalendosi della vite autofilettante e di un po’ d’olio, filettare il foro appena fatto sul cavalletto. 

 

 

Stagnare il capicorda alla treccia in acciaio e posizionare il cavo bowden in modo che il percorso vite cavalletto – microinterruttore sia il più rettilineo possibile e fissare la guaina in posizione.

 

 

Tagliare la treccia del bowden della giusta misura e collegarla alla levetta del microinterruttore. Può essere utile interporre una piccola molla di compenso. 

Ad una estremità del nuovo cavo, stagnare la nuova coppia di connettori (maschio e femmina). 

Posare il nuovo cavo elettrico dal microinterruttore fino a dentro alla calotta faro, avendo cura di avere l’estremità con la coppia di connettori dentro la calotta. 

Il percorso ottimale del cavo è a fianco della treccia esistente.

Nella zona fianchetto, collegare il cavo al microinterruttore. I due fili vanno collegati fra il comune ed il contatto NC (normal closed) del microinterruttore, usando gli appositi faston. In pratica, con il cavalletto su, ci dev’essere continuità, mentre con il cavalletto giù, il circuito deve essere interrotto.

Cercare all’interno della calotta faro il conduttore bianco-nero (indicato Bk/W nello schema). 

 

Esso deve presentare, sempre all’interno della calotta, un connettore maschio-femmina. Disconnettere tale connettore. Nella femmina esistente infilare il maschio del nuovo cavo. Nella femmina del nuovo cavo infilare il maschio esistente.

Con la moto sul cavalletto centrale avviare il motore. A motore in moto, abbassare il laterale e constatarne l’immediato spegnimento.

Rimontare il serbatoio ed il fianchetto. Richiudere la calotta faro.

Nella fotocopia dello schema (scarica l'immagine ingrandita dello schema), riportare la modifica effettuata, segnando in serie al connettore esistente, il nuovo microinterruttore.

External link

 

Avvertenze

Il sistema che è stato spiegato, fa in modo che il cavalletto laterale equivalga, elettricamente parlando, all’interruttore OFF-ON-OFF presente sul manubrio.
Quindi abbassare il laterale equivale a posizionare l’interruttore su OFF. Questo non impedisce al motorino d’avviamento di girare, ma impedisce al motore di avviarsi e, se è già in moto, lo spegne.

Avvertenza n° 1: se siete abituati ad avviare il motore con il laterale giù, dovete cambiare abitudini.

Avvertenza n° 2: se il motore non si avvia prontamente come al solito, verificate di non avere il laterale abbassato.

Avvertenza n° 3: Se in futuro il motore dovesse smettere di funzionare, tenere presente (fra le possibili cause elettriche) anche un malfunzionamento di tale sistema.

 

Conclusioni

In quattro anni d’onorato servizio e 40.000km percorsi, non solo non ho avuto nessun tipo di problema e non mi è più successo di partire con il cavalletto giù, ma ho anche trovato un sistema comodo ed efficace di spegnere il motore ogni volta che arrivo.
In pratica, appena la moto è ferma, butto giù il laterale ed il motore si spegne. Questo mi permette di tenere le mani ben salde sul manubrio e soprattutto di testare continuamente il funzionamento del congegno.

Buon lavoro.

 

 

Courtesy of ANTO