Questo sito web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la normativa vigente

 

FAQ - Pillole di restauro

Print

Sistema Accent

N.B.: Questa FAQ è stata adattata dalle istruzioni scaricabili via internet dal sito di CMSNL, da cui è possibile acquistare il sistema Accent.

Accent ha sviluppato un moderno (e facile da installare) sistema di accensione per tutta la gamma HONDA SOHC-Fours (quindi tutte le cilindrate). 

Questo SISTEMA Accent sostituisce il tradizionale piatto di puntine platinate, ma senza l’utilizzo di box e centraline esterne. Due piccoli magneti, che si trovano sul rotore, emettono un segnale a un sensore. Questo è un piccolo componente elettronico che si accende e si spegne non appena rileva un campo magnetico. Il segnale del sensore è amplificato direttamente tramite amplificatori di potenza. Questi amplificatori praticano un on e off sulle bobine come succede con l'utilizzo delle puntine.

I VANTAGGI 

Sul sistema standard, le puntine devono essere aggiustate o sostituite ogni 5.000 km. Anche i condensatori devono essere sostituiti in un intervallo di tempo utile. Una volta installato il nuovo sistema, non sarà mai più necessario eseguire alcuna manutenzione e non sarà necessario sostituire tutte le parti usurate, in quanto non vi è usura in questo sistema. 

Il sistema garantisce una miglior scintilla, partirà meglio, e avrà anche un andamento migliore a tutti i regimi. Infine, quando il motore è spento, con la corrente principale (interruttore a chiave) e lo switch in posizione on, il sistema blocca la corrente attraverso le bobine, evitando il loro surriscaldamento, evitando anche che la batteria di scarichi.

PREREQUISITI

Questo sistema è stato sviluppato per il funzionamento con bobine standard da 5 ohm. Se avete bisogno di questo sistema per l'utilizzo con bobine da 3 Ohm dovrete ordinare un altro tipo di rotore.

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO (CB750 Four k2)

1. Rimuovere il coperchio cromato di copertura sul lato destro del motore.
2. Rimuovere il dado M6 che si trova al centro del piatto originale. 
Si rimuove girando il dado centrale in senso orario, dopo aver bloccato l'albero motore con la chiave 23 sulla parte che assomiglia ad un bullone (di fatto si tratta solo di una rondella di grandi dimensioni).

3. Svita le 3 viti che bloccano il piatto delle puntine e rimuovi la piastra.

4. Trova le estremità dei cavi che partono dal piatto e vanno verso la scatola filtro aria. Lì troverai alcuni connettori.

Quelli provenienti dal piatto di accensione sono blu e giallo. Ricorda il percorso di questo cavo. Nella foto sopra notate una linguetta che tiene fermo il cavo: occorre aprirlo delicatamente con un dito.
5. Stacca i fili blu e giallo dai rispettivi connettori vicino alla zona airbox. 
6. Rimuovi il piatto delle puntine e i cavi. NOTA: il gruppo dell’anticipo al centro della piastra si stacca. Non ti preoccupare, può essere montato solo in un modo.
Occorre sfilare i cavi dal foro sul lato sinistro: occhio al passante in gomma che può essere inghiottito. Sarebbe bene sostituirlo perché si smadonnerà dopo per far rientrare i cavi nuovi.

A questo punto avete rimosso il vecchio sistema di accensione. 
7. Prendere il gruppo dell’anticipo e rimuovere la camma che può ruotare leggermente.
8. Prendere il rotore in alluminio che viene fornito con il kit e montarlo sul gruppo dell’anticipo utilizzando una piccola quantità di grasso o olio. I due pesi possono essere allontanati dal centro per inserirli negli spazi vuoti del nuovo rotore.

NOTA: il punto rosso sul nuovo rotore deve puntare verso la marcatura del TF14. Io l'ho montato sbagliato all'inizio su TF23 (vedi foto sotto) e non mi ci sono trovato poi al momento della calibratura, motivo per cui ho poi smontato e rimontato il tutto su TF14 (ed è passata la paura…).

Dopo averlo installato, verificare se il nuovo rotore aziona i due pesi e le molle quando si ruota il rotore dell’anticipo.
9. Quando si installa il rotore dell’anticipo sull'albero motore, notare la piccola tacca fissa sul suo asse. Esso dovrebbe coincidere esattamente col foro delle stesse dimensioni che si trova nell’asse motore.

10. Montare la piastra della nuova accensione, passare il cavo attraverso il foro (l’hai cambiato il passacavo??). Utilizzare le 3 viti esagonali e le rondelle fornite con il kit. Non serrare il piatto in questo momento.
Girare in senso orario il piatto fino in fondo: non usare forza, se no vuol dire che sta serrato e rompi tutto.
11. Fissare il bullone o dado che è stato rimosso al punto 2. non troppo serrato (6 lbft è la coppia giusta, quando si utilizza una chiave dinamometrica). Dovrete rimettere la rondellona da 23 millimetri. NOTA: verificare che la piastra della nuova accensione non tocchi l’asse dell’anticipo, in qualsiasi posizione dell'albero motore. Se avete il sospetto che vada a contatto, usa le ultime 3 rondelle incluse nella confezione e montale tra la piastra e corpo metallico del motore, utilizzando un po’ di grasso. Ora si avrà: vite-rondella-piatto-rondella-alluminio. (Il grasso opererà come 'temporanea colla '.)
12. Infilare i tre fili connessi alla nuova accensione attraverso il piccolo foro come nel vecchio piatto. Dopo averlo fatto, il collegamento dovrebbe terminare presso il box aria, da dove è stata scollegata la vecchia accensione (punto 4).
13. Vicino al filtro aria, staccare i 2 fili neri (maschio / femmina), che collegano il freno posteriore all’impianto principale. L'accensione ha bisogno di un 12 Volt, che è il filo nero. Collegare i fili neri dell’accensione a quelli che hai appena scollegato. NOTA: Si tratta di due connessioni, non collegare il blu ed il giallo in questo momento per evitare di rimanerci fulminato!!!

REGOLAZIONE

14. Girare la chiave e accendere il quadro.
15. Prendere una chiave 23 e ruotare l'albero motore di almeno un giro (360 gradi) in senso ORARIO. NOTA: il LED rosso che si trova sul lato sinistro della piastra si accenderà a metà rotazione (180 gradi).
16. Guardare attraverso il foro del piatto. Ruotare l’albero motore in senso orario fino a quando la marcatura F14 è allineata con la tacca sul motore. Se si supera il punto, ripetere l’operazione. 
17. Poi, molto lentamente, ruotare la piastra in senso antiorario. Appena si accende il LED, fermarsi e bloccarla in quella posizione usando le 3 viti M5 esagonali. Se l'hai girato troppo, non tornare indietro perché il LED non si accenderà: torna al punto 15 e ripeti le fasi. NOTA: Usare il buon senso quando si serrano le viti M5. Un circuito stampato è un componente molto fragile. 
18. Ruotare l'albero motore per almeno un giro pieno in senso orario, e verificare se il LED si accende a metà della rotazione. 
19. Collegare i fili blu e giallo (ovvio: blu-blu, giallo-giallo) vicino l'air box. 
20. Controllare l'interruttore del freno posteriore per il funzionamento.
21. Sostituire la guarnizione del coperchio punterie cromato e chiudere tutto. 
22. Non bere e guida piano!!!

PRIME IMPRESSIONI

È inutile dire che il cambio di sistema c’è stato perché spinto dalla necessità di cambiare le puntine platinate, condensatori etc…

In ogni caso, la differenza si nota, soprattutto per quanto riguarda le regolarità di erogazione e la pienezza a tutti i regimi; ma non vi aspettate miracoli, soprattutto se non avete ritoccato la carburazione.

In definitiva, per la spesa che comporta, il sistema Accent merita di essere annoverato tra quelle spese inutili ma da fare se si hanno a disposizione quei pochi soldi che servono per non dover pensare più alle puntine. Va da sé che non si tratta di un sistema originale, per chi si ritenesse un purista fondamentalista, ma allo stesso tempo non è “invasivo” come le varie centraline con scatola e centralina esterni.

L’esperienza di qualcuno mi insegna che un sistema a puntine è più “meccanico”, quindi se succede un guasto è comunque possibile mettere il mezzo in condizioni di arrivare ad un garage: il sistema “elettrico” se si rompe vi lascia a terra e basta, e soprattutto difficilmente riuscirete a trovare il problema senza attrezzatura adeguata!!

 

Un ringraziamento particolare a Carlofour, per essersi sporcato le mani in questa operazione e soprattutto per averle messe in posa per questa FAQ, che ha tradotto dalla versione originale in inglese.

 

Alla prossima, Gundam.

Courtesy of Gundam & Carlofour

 

NB: vedi anche la FAQ Accensione elettronica Boyer & Bransden, montaggio