Questo sito web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la normativa vigente

 

FAQ - Pillole di restauro

Print

Viti a croce, restauro

Le viti a croce, il cui nome per esteso è viti con intaglio a croce Phillips, si danneggiano assai facilmente quando non viene usato il corretto cacciavite. La misura del cacciavite è importante (PH1, PH2, PH3 sono le più utilizzate sulle Honda), ma bisogna anche avere l’accortezza di usare un cacciavite a percussione per allentare o serrare le viti a croce.

Sebbene le viti a croce Honda (quelle col punzone, per intenderci) siano correntemente disponibili a listino, possiamo intervenire sulle viti della nostra moto per migliorare il loro aspetto. Non è difficile recuperare le viti danneggiate: serve un martello da 100 grammi, un inserto della misura delle viti che intendiamo ripristinare, un pezzetto di carta vetrata fine.

Dopo aver stretto la vite nella morsa (preventivamente munita di ganasce d’alluminio), si picchierella la testa della vite col martello, fino a quando non si riportano a livello tutti i bordi dell’intaglio a croce.

La fase successiva è quella di ridare forma all’intaglio: per fare questo si utilizza l’inserto appropriato, battendo forte col martello fino a quando l’inserto stesso non sarà perfettamente inserito nell’intaglio. Con una limetta si potranno levare eventuali sbavature.

Al termine, non resta che lucidare la testa della vite con carta abrasiva grana 360 e/o 600, imbibita con acqua oppure con olio: per ottenere il miglior risultato usate il trapano per fare girare velocemente la vite. Questo passo è importante perché prepara alla successiva zincatura elettrolitica: più è liscia la base (cioè la testa della vite), più l’effetto della zincatura sarà brillante.

 Courtesy of Aldo, shared by cdg