Questo sito web utilizza i cookie. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la normativa vigente

 

FAQ - Generali

Print

Poesia: Centauri - Daniela Sandrolini

Centauri
(di Daniela Sandrolini)

 

Appaion d’improvviso,
un punto lontano
con le sembianze di un falco che plana,
dominatori del nastro d’asfalto
e del vento che impassibili fendono. 

Colmano l’etere di un rombo vibrante
passandomi accanto
con incurante arroganza,
top gun terrestri
accompagnati all’orizzonte da un’eco ruggente.

Ammiro la loro libertà manifesta,
lo spazio infinito di cui sono padroni,
soli ad inseguire la strada,
una meta o il destino. 

Sul duro giubbotto di pelle
spiccano graffi conquistati in sfide
che narrano spavaldi la sera,
durante festosi raduni. 

Samurai moderni
celano un’anima segreta
e mai ad alcuno racconteranno
di quella lacrima
versata chini sul serbatoio,
pensando ad un amore finito
che ha fatto più male delle cadute,
che li ha fatti volare più della moto.



Courtesy of Daniela Sandrolini